Italian

Bonus sociale - Cosa cambia dal 2021

...... il bonus sociale, ossia lo sconto sulle bollette a favore delle famiglie meno abbienti, diventi automatico dal 1° gennaio 2021, e che le famiglie che ne hanno diritto possano ottenerlo senza doverne fare richiesta.

Il bonus sociale sarà reso automatico con l’inizio del nuovo anno, dal 1° gennaio 2021.

Lo dichiara l’Autorità per l’Energia (ARERA) in accordo con ANCI e l’INPS.

L’agevolazione consiste in uno sconto sulle rispettive bollette di acqua, luce e gas sotto forma di bonus. Questi 3 aiuti saranno automatici nella richiesta e nel rinnovo dal nuovo anno.

Questi tre bonus prevedono il requisito del disagio economico con un massimale ISEE di 8.265 euro che sale a 20.000 euro con almeno 4 figli.

-       Il bonus luce è lo sconto sulla bolletta della luce elettrica e varia a seconda dei componenti del nucleo familiare. Se il nucleo ha due componenti, lo sconto sarà di € 125; con tre-quattro sarà di € 148 e con più di quattro componenti arriva a € 173. L'importo non è influenzato dal fornitore ed è emesso su 12 mensilità.

-       Il bonus gas riduce l'importo delle utenze del gas. È determinato dal luogo di residenza, dalla destinazione d'uso e da quanti sono nel nucleo familiare. L'ammontare dello sconto va da 32 euro sino ad un massimo di 264 euro e può essere attribuito direttamente in bolletta (clienti diretti) o tramite bonifico in posta (clienti indiretti).

-       Il bonus acqua copre un fabbisogno di circa 50 litri d'acqua al giorno con uno sconto sulla tariffa idrica. L'importo di tale riduzione dipende dal fornitore e si deve quindi consultarne il sito. L'erogazione avviene direttamente in bolletta per gli utenti diretti oppure tramite pagamento tracciabile per quelli indiretti.

Non verrà invece erogato automaticamente il bonus per disagio fisico (riservato a chi, per ragioni mediche, ha bisogno di maggiori quantitativi di elettricità) il quale continuerà ad essere gestito da Comuni e/o CAF.

A differenza degli altri tre bonus, quest’ultimo richiede il disagio medico comprovabile dall’attestazione dell’ASL e non prevede istanze di rinnovo.

Per ottenere i bonus per disagio economico, pertanto, sarà sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l'INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII), gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Si precisa che i bonus in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continueranno ad essere erogati con le modalità oggi in vigore.

Per ogni altra informazione o chiarimento e per ricevere assistenza è possibile contattare il Call Center SGAte al Numero Verde 800192719 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica sgate@anci.it